OMS: 7 milioni di morti per l’inquinamento dell’aria nel 2012

MeteoWeb

Circa sette milioni di persone sono decedute nel 2012 a causa dell’inquinamento dell’aria: è quanto emerge da uno studio dell’Organizzazione mondiale della Sanità, che descrive una situazione “scioccante e piuttosto inquietante”.
“Globalmente, più di sette milioni di morti sono attribuibili agli effetti dell’inquinamento dell’aria esterna e domestica, e le regioni dell’Asia e del Pacifico sono le più toccate” con 5,9 milioni di decessi, ha indicato l’Oms nel suo studio.
Le cifre sono in forte aumento rispetto all’ultima analisi compiuta dall’Organizzazione mondiale della Sanità nel 2008.
“L’inquinamento dell’aria è ormai il fattore ambientale più importante ad a avere effetti sulla salute, tutto il mondo è interessato, che si tratti di paesi ricchi o di paesi poveri”, ha spiegato Maria Neira, direttrice del dipartimento di Sanità pubblica dell’Oms.
Nel 2012 circa 3,7 milioni di persone sono morte per malattie riconducibili agli effetti dell’inquinamento esterno e 4,3 milioni per inquinamento interno, come ad esempio il fumo, le emissioni associate agli elettrodomestici da cucina, il riscaldamento a legna o carbone.