Previsioni Meteo, peggioramento nel weekend: mappe e bollettino dell’aeronautica militare per i prossimi giorni

/
MeteoWeb

1Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: l’Italia continua ad essere interessata da un campo anticiclonico che determina prevalenti condizioni di tempo stabile e soleggiato ad eccezione delle due isole maggiori interessate marginalmente da deboli condizioni di instabilita’ atmosferica. Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: sereno o poco nuvoloso salvo annuvolamenti stratiformi per nubi alte e sottili sulla Liguria e Piemonte con addensamenti nuvolosi piu’ consistenti verso fine giornata. Dopo il tramonto intensificazione delle foschie con formazione di isolati banchi di nebbia nottetempo ed al mattino sulla pianura padano-veneta. Centro e Sardegna: parzialmente nuvoloso sulla Sardegna con annuvolamenti piu’ consistenti nel pomeriggio a ridosso dei rilievi del settore meridionale dell’isola dove non si escludono brevi rovesci, in dissolvimento serale; sereno o poco nuvoloso ma con annuvolamenti pomeridiani in temporaneo sviluppo in prossimita’ dei rilievi appenninici con associati brevi e locali rovesci tra Abruzzo e Lazio, in rapido successivo dissolvimento. Sud e Sicilia: cielo nuvoloso o molto nuvoloso sulla Sicilia e sulla Calabria per nubi in prevalenza medio-alte stratiformi, ma con annuvolamenti piu’ consistenti nel pomeriggio in prossimita’ dei rilievi con associati brevi ed isolati piovaschi in successiva attenuazione; prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso sulle rimanenti regioni meridionali, con annuvolamenti pomeridiani a ridosso dei rilievi appenninici. Temperature: in lieve ulteriore aumento nei valori massimi sulle regioni peninsulari. Venti: deboli nord-occidentali al centro-sud con locali rinforzi lungo le coste nel pomeriggio; deboli variabili altrove, tendenti a divenire meridionali sulla Liguria e Sardegna. Mari: mosso, localmente molto mosso lo Stretto di Sicilia e lo Jonio meridionale; mossi i mari attorno alla Sardegna, il Mar Ligure e localmente il tirreno, il basso Adriatico e lo Jonio settentrionale; poco mossi o quasi calmi tutti i rimanenti mari.

4Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Nord: nuvolosita’ variabile su gran parte del settentrione, con rasserenamenti temporaneamente ampi ma anche con annuvolamenti che si presenteranno in forma un po’ piu’ compatta sulla Liguria ed a ridosso dei rilievi sia alpini e che appenninici e potranno essere causa di deboli pioviggini proprio su queste aree. Foschie dense e nebbie in banchi attese lungo il corso del Po e sulle zone pianeggianti in genere sia al primo mattino che a partire dalle ore serali. Centro e Sardegna: passano nubi medio-alte su gran parte del centro peninsulare e sulla Sardegna, ma con schiarite piu’ ampie presenti dapprima sulle regioni adriatiche e Abruzzo e poi, nel pomeriggio e nella serata, piu’ diffuse sia sull’isola che su Toscana e Lazio. Nuove nubi, pero’, torneranno ad interessare la Sardegna nel corso della notte, ma tale nuvolosita’ non sara’ associata a fenomeni degni di nota. Foschie dense e nebbie in banchi sulle zone pianeggianti e nelle valli piu’ interne nella notte e nelle prime ore del giorno. Sud e Sicilia: condizioni ancora per lo piu’ stabili e soleggiate sull’intero meridione ma con un po’ di nubi basse attese sula Calabria tirrenica ed a ridosso dei rilievi appenninici, nuvolosita’ questa che non sara’ in grado di portare precipitazioni. Temporanee velature sulla Campania, specie aree costiere, in un contesto che vedra’ comunque il cielo tornare ovunque sereno a partire dalla serata. Foschie dense o banchi di nebbia, soprattutto dopo il tramonto, tenderanno a presentarsi lungo le coste del basso Adriatico e marginalmente nelle zone un po’ piu’ interne. Temperature: minime e massime in lieve diminuzione sulla Liguria e sulle regioni tirreniche e senza sostanziali variazioni di rilievo sul resto del paese. Venti: deboli variabili al nord; deboli o moderati dai quadranti occidentali sul resto del paese, con componente piu’ meridionale sulla Liguria e sulla Sardegna e piu’ settentrionale sulla Puglia e sull’intero versante jonico. Mari: in genere mossi i bacini meridionali e quelli intorno alle due isole maggiori, poco mossi o quasi calmi i restanti mari.

8Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. Mercoledi’ 2 aprile Nord: prevalenza di ampie schiarite su tutte le zone alpine specie di nord-est e nuvolosita’ variabile sul resto del settentrione con nubi un po’ piu’ compatte soprattutto sulla Liguria e sui rilievi appenninici, nuvolosita’ questa che potra’ dar luogo a deboli pioviggini durante le ore centrali della giornata. La copertura nuvolosa si fara’ piu’ diffusa nella notte sulle regioni nord-occidentali e sulle aree piu’ ad ovest dell’Emilia Romagna. Durante le primissime ore del mattino e dopo il tramonto consuete formazioni di banchi di nebbia lungo il corso del Po e sulle zone pianeggianti specie centro-orientali. Centro e Sardegna: nubi medio-alte stratiformi tenderanno ad interessare sia l’isola che le regioni tirreniche con nubi un po’ piu’ consistenti sulla Toscana e sui rilievi appenninici piu’ settentrionali che, comunque, non saranno in grado di essere associati a fenomeni di rilievo. Prevalenza invece di decisi ampi rasserenamenti sul resto del centro peninsulare ma con piu’ nubi nelle zone interne. Sud e Sicilia: cielo in genere sereno o al piu’ poco nuvoloso su tutte le regioni ma con velature che tenderanno ad interessare l’isola, la Campania ed il Molise a partire dalla tarda mattinata. Sempre sulla Campania non mancheranno nubi basse durante la prima parte della giornata, nuvolosita’ questa che tendera’ pero’ ben presto a diradarsi. Dalla sera nuovo aumento delle nubi ad iniziare dalla Sicilia e dalle regioni tirreniche. Temperature: minime in aumento al nord e sulla Sardegna ed in genere stazionarie sul resto del territorio; massime senza sostanziali variazioni ad eccezione delle due isole maggiori dove potranno risultare in lieve aumento. Venti: deboli meridionali sulle regioni di Ponente, sulle due isole maggiori tendenti a divenire sostenuti sulla Sardegna; deboli variabili al nord; deboli occidentali o nord-occidentali sul resto del territorio con locali rinforzi in area jonica. Mari: molto mosso il Mar di Sardegna; mosso lo Jonio; poco mossi i rimanenti mari. Giovedi’ 3 aprile Tempo in graduale peggioramento sulla Sardegna e marginalmente sulle regioni nord-occidentali e su quelle tirreniche del centro. I fenomeni associati a tale peggioramento saranno piu’ diffusi ed assumeranno carattere convettivo sull’isola ed al nord-ovest a partire dal tardo pomeriggio. Decisamente piu’ deboli, invece, le precipitazioni risulteranno tra le coste di Toscana e Lazio. Le nubi saranno presenti anche sul resto del territorio ma non porteranno fenomeni significativi. Venerdi’ 4 aprile Maltempo che tendera’ ad interessare sia le regioni peninsulari che le due isole maggiori con piogge abbastanza diffuse che tenderanno a perdere di consistenza a fine giornata ad iniziare dalle regioni settentrionali. Soltanto le aree alpine vedranno pochi fenomeni che saranno confinati soprattutto ai rilievi di nord-ovest. Sabato 5 e Domenica 6 aprile Ancora un po’ di maltempo tra regioni del medio e basso Adriatico e su quelle del basso Tirreno e sulla Sicilia e tendenza a condizioni generalmente piu’ stabili nella giornata di domenica pur con precipitazioni ancora presenti al sud.