Siccità in Brasile, guerra tra Stati: San Paolo chiede l’acqua a Rio de Janeiro che la nega

MeteoWeb

SiccitàNel pieno dell’emergenza idrica, provocata dalla siccita’ che ha colpito soprattutto le regioni del centro-sud brasiliano, il governatore dello Stato di San Paolo, Geraldo Alckmin ha chiesto aiuto al suo collega di Rio de Janeiro, Sergio Cabral, che per ora glielo ha negato. Lo Stato di San Paolo – il piu’ ricco del Brasile, con un Pil che da solo e’ maggiore di quello dell’Argentina e del Venezuela – dall’inizio dell’anno sta soffrendo le conseguenze dell’ assenza di pioggia soprattutto nel livello del Cantareira, uno dei maggiori bacini idrici del mondo, arrivato ai suoi minimi storici. Di qui la proposta di ”prendere in prestito” l’acqua dal fiume Paraiba do Sul, che alimenta i rubinetti di 11 milioni di persone nel confinante Stato di Rio. I governatori dei due stati sono su due fronti politici opposti: quello dello stato di San Paolo e’ del Psdb (partito di opposizione al governo di Dilma Rousseff), mentre quello di Rio e’ esponente del Pmbd, alleato della presidente. E cosi’ Cabral ha respinto la richiesta di Alckim: una deviazione del corso d’acqua verso San Paolo provocherebbe, ha detto, un ”danno gigantesco” alla popolazione di Rio