Tantissima neve sulle Alpi: accumuli da record, ma splende il sole e fa caldo. Alto rischio valanghe

MeteoWeb

neve alpiDopo il maltempo di inizio settimana, si profila un inizio di primavera in anticipo ed in grande stile. Ma il rialzo delle temperature – oggi sfiorati i 18 gradi da Torino a Vercelli – fa salire il rischio di valanghe, giunto al grado 4 (forte) sulle Alpi Graie di confine, Pennine e Lepontine nord. A 2.000 lo spessore della neve arriva a 380 cm sui settori a nord, 320 a sud, 200 ad ovest. Anche il passaggio di un singolo sciatore fuoripista puo’ provocare distacco di masse di neve.

Una valanga e’ caduta oggi pomeriggio, poco dopo le 14.30, sotto il rifugio Mezzalama, in val d’Ayas (zona frequentata dagli appassionati di fuoripista), travolgendo uno sciatore che e’ subito stato estratto dalla neve. Sul posto sono intervenuti il Soccorso alpino valdostano e il 118 con l’elicottero. Lo sciatore e’ incosciente ed e’ in corso il trasporto all’ospedale di Aosta. Lo sciatore ferito nella zona dei Piani di Verra, e’ un valdostano di 31 anni, J.A., che ora si trova in fase diagnostica all’ospedale Umberto Parini di Aosta. Secondo quanto si e’ appreso, le sue condizioni sono serie ma non e’ in pericolo di vita.