Violento terremoto 6.9 scuote la California: nessun danno, ma in Italia sarebbe stata una catastrofe

eurekaUna forte scossa magnitudo 6.9 si è verificata nella notte alle 21:18 ora locale (le 6:18 di stamattina in Italia) al largo della costa nord della California, ma non vi sono al momento segnalazioni di danni a cose o persone, come anche nessun allarme tsunami, ciò principalmente per l’intensità del terremoto e per il tipo di movimento generato, fondamentalmente orizzontale. Dopo più di 4 ore dalla scossa, possiamo considerare ormai praticamente definitivo il bilancio e dagli USA i mass-media ribadiscono: “nessun danno“.

schema-placche-californiaLa scossa ha avuto ipocentro a soli 7 km di profondità ed epicentro a 81 km ad ovest di Eureka, in prossimità della cosiddetta giunzione tripla di Mendocino, dove si scontrano tre placche tettoniche (la grande Placca Pacifica a ovest, quella Nord-Americana a est, e quella chiamata Gorda-Juan de Fuca che si trova in mezzo). Il sisma è stato seguito da una serie di aftershocks, tra cui una magnitudo 4.6. Secondo lo sceriffo della contea di Humbolt, anche se la scossa è stata avvertita nettamente dalla popolazione, non si sono registrate particolari conseguenze. Il National Tsunami Warning Center ha reso noto che non sussiste alcun pericolo tsunami per la regione. Oltre 1.000 persone hanno segnalato sul sito USGS di aver avvertito la scossa, non solo in California ma anche nel vicino Oregon.

westernusJana Pursley, geofisica al National Earthquake Information Center ha dichiarato che in base alla tettonica dell’area e alle scosse pregresse, i danni erano alquanto improbabili: le scosse di questo tipo sono molto frequenti ad Eureka, una città di circa 27.000 abitanti dove si sono verificati un terremoto magnitudo 5.6 a febbraio 2012 ed un altro magnitudo 6.5 nel 2010, ed entrambi non hanno causato particolari danni. Si tratta di una delle zone sismichepiù attive degli Stati Uniti, e ciò per la velocità di spostamento relativo tra le suddette placche, di molti cm/anno. Nel video in coda all’articolo la storia della regione negli ultimi 40 milioni di anni.

Un evento, quello di stamattina, che deve farci riflettere: una scossa violenta, di magnitudo 6.9 con un ipocentro molto superficiale, che non solo non provoca vittime o feriti ma neanche danni. In Italia un movimento sismico simile avrebbe provocato un disastro, una vera e propria catastrofe, con migliaia di vittime e forse anche decine di migliaia in caso di epicentro vicino a zone densamente abitate. Quando impareremo a capire, quindi, che ad uccidere non sono i terremoti, ma le abitazioni costruite male? E quando arriveremo ad avere la cultura della prevenzione, in modo tale da essere pronti e preparati alle future scosse, potendole sopportare senza gravi conseguenze? Dalla California, evidentemente, abbiamo molto da imparare…