Domani l’eclissi anulare di Sole: a Melbourne e Sydney un tramonto speciale

MeteoWeb

eclissiE’attesa per domani la prima eclissi solare del 2014. La visione sarà caratterizzata da un anello di fuoco brillante nel cielo che prende il nome di eclissi anulare. Purtroppo lo straordinario fenomeno celeste sarà visibile soltanto da un’area disabitata del continente antartico, anche se la Luna eclisserà parzialmente il disco solare da parte dell’Australia e dell’Indonesia. Tempo permettendo, l’eclissi sarà visibile da Melbourne e da Sydney poco prima del tramonto e nel primo pomeriggio nell’Australia occidentale, dove il disco solare sarà coperto sino al 65%. Ma sarà l’Antartide a godere dello spettacolo più bello. La Luna sarà nella fase di novilunio, come in ogni eclissi solare. Ma sarà anche nel punto più lontano della sua orbita rispetto alla Terra, motivo per cui presenterà delle dimensioni apparenti più piccole della media. Questo incrocio di eventi permetterà al nostro satellite di oscurare soltanto la parte centrale del disco solare, determinando un anello di fuoco nel cielo. Le eclissi anulari e totali non sono poi così rare come si potrebbe immaginare: esse si verificano in media ogni 18 mesi, e quello di domani, si ripresenta dopo l’evento del 10 Maggio 2013. Naturalmente si tratta di un fenomeno da osservare con tutte le precauzioni del caso. La visione ad occhio nudo potrebbe causare gravi lesioni oculari, sino alla perdita della vista. E’ bene, pertanto, fare uso di appositi filtri per le osservazioni. Ring of Fire SequencePer osservare l’eclissi in modo sicuro è possibile acquistare un vetro da saldatore, facilmente reperibile nei negozi del settore. Particolarmente consigliato il numero 14. Oppure acquistare un filtro in Mylar da anteporre dinanzi all’obiettivo del telescopio, evitando di utilizzare quelli in dotazione da anteporre agli oculari dello strumento. Questi infatti raccolgono la luce già concentrata dagli specchi o dalle lenti dello strumento, rischiando di rompersi. Un’altra opzione è fornita dalla proiezione dell’immagine su un cartoncino bianco o un foglio di carta, ma è necessario che nessuno guardi attraverso il telescopio anche soltanto per il puntamento. A dire il vero, quella di domani, classificata come eclissi anulare non centrale, sarà un’eclissi particolarmente rara in quanto il cono d’ombra della Luna non raggiungerà direttamnte la Terra, ma la sfiorerà passando per il Polo Sud. Il 2014 sarà caratterizzato da due eclissi solari: quella di domattina (anulare) e quella del prossimo 23 Ottobre (parziale). Oltre all’Antartide, caratterizzato da un clima inospitale e da condizioni meteorologiche spesso proibitive, sarà l’Australia, parte dell’Indonesia e una parte dell’Oceano Indiano a godere dello spettacolo di domani. L’eclissi avrà inizio alle 13:15 (ora locale) a Perth, capitale dell’Australia occidentale, dove terminerà alle 15:59. La massima copertura avverrà alle 14:41, quando il disco solare sarà oscurato al 65%. Nel pomeriggio sarà la volta di Melbourne (15:58) e Sidney (16:13), dove il Sole tramonterà con l’eclissi ancora in corso. In Antartide l’eclissi comincerà alle 7:57 (ora italiana) e secondo l’esperto della NASA, Fred Espenak, l’effetto di anularità durerà 49 secondi. L’evento, per noi italiani che dovremo accontentarci di una diretta streaming, comincerà alle 8:00 del 29 Aprile.

eclissi