Accadde oggi: nel 1851 nasce l’antenato del frigorifero

MeteoWeb

jgm-icemachine-mar frogorifero 1851Il 6 maggio 1851 John Gorrie ottiene il brevetto dell’antenato del frigorifero. Curiosamente il 48enne giudice di pace e già sindaco di Apalachicola, in Florida, aveva ideato un macchinario refrigerante – grazie alla rapida espansione di aria compressa – per curare i pazienti di febbre gialla che da dieci anni mieteva vittime nelle pianure paludose della zona. La sua macchina – nota con un semplice “ice-making machine” – permetteva infatti di produrre ghiaccio, prezioso alleato nella lotta dei medici per abbassare la temperatura corporea dei pazienti. Per sviluppare la macchina Gorrie sfruttò gli studi sulla refrigerazione condotti già nel 1748 da William Cullen, all’Università di Glasgow e quelli condotti nel 1805 dallo statunitense Oliver Evans e nel 1834 da Jacob Perkins (che per primo utilizzò gas tramite un compressore a ciclo chiuso). Nel 1844 Gorrie, che in gioventù aveva studiato medicina a Fairfield, nello Stato di New York (era nato il 3 ottobre 1803 a Charleston, nel Sud Carolina ed era cresciuto in Columbia), quando già da due anni sperimentava il suo rudimentale “frigidaire”, scrisse anche una serie di articoli su un quotidiano locale dedicati alla prevenzione delle malattie malariche usando lo pseudonimo di Jenner, lo scopritore del vaccino contro il vaiolo. Una volta ottenuto il brevetto – che per la cronaca aveva registrato anche a Londra un anno prima, il 22 agosto 1850 – Gorrie andò a New Orleans in cerca di capitali per avviare la commercializzare del dispositivo, ma sia i difetti di funzionamento che l’opposizione della lobby ghiaccio, scoraggiò i possibili sostenitori. E quando morì, il 29 giugno 1855, ad Apalachicola, credeva che la sua invenzione non avrebbe avuto alcun futuro. Finché arrivarono altri inventori che perfezionarono la sua invenzione: Windhausen, Reece, Tellier ed anche un certo Albert Einstein che tra il 1928 ed il 1933 (insieme a Leo Szilard) ottenne addirittura 45 brevetti del primo eco-frigorifero, ossia non collegato alla rete elettrica (oggi utilizzato nella geotermia). Apalachicola, dove riposano le spoglie di Gorrie, ne onora la memoria con un museo ed una statua. L’effige di Gorrie, donata dalla Florida, campeggia anche nella National Statuary Hall Collection del Campidoglio americano, a Washington.