Alluvione Marche: a Senigallia 700 interventi dei Vigili del Fuoco

MeteoWeb

senigallia 8“Fino ad ora sono oltre 700 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco nel territorio di Senigallia dopo l’esondazione del fiume Misa”, con un totale di 381 uomini e 94 mezzi impiegati, giunti anche da altre regioni. Lo ha detto il comandante provinciale dei Vvf Claudio Manzella, in una conferenza stampa a Senigallia in cui ha ricapitolato l’attivita’ svolta dai pompieri dopo l’alluvione che ”ha invaso interi quartieri della citta’, costringendo all’evacuazione di migliaia di cittadini”. Tre le vittime. ”Difficolta’ nella difficolta’, il fatto che anche il distaccamento Vvf di Senigallia e’ stato allagato dalla piena”. Particolari criticita’, ha ricordato Manzella, si sono avute in alcune scuole dove decine di studenti sono rimasti bloccati negli edifici e solo grazie ai vigili del fuoco sono stati portati al sicuro e hanno potuto fare rientro a casa. ”In piu’ occasioni sono state tratte in salvo persone rimaste bloccate ai primi piani delle case e soccorse con mezzi anfibi e gommoni. In alcune aree l’acqua ha raggiunto fino a due metri di altezza invadendo i locali al piano terra e quelli interrati. Devo dare atto della grande professionalita’ di tutti i vigili del fuoco impegnati”. ”In piu’ punti si sono avute strade e sottopassi allagati, chiusi al traffico con blocchi e rallentamenti della circolazione” ha aggiunto l’ingegner Gabriele Fantini. E gia’ dalle prime ore dopo l’evento ”il Centro Operativo Nazionale del Dipartimento dei Vigili del fuoco ha disposto l’invio di personale e mezzi da Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Veneto, oltre che dagli altri Comandi provinciali marchigiani, per una macchina dei soccorsi composta in totale da 381 uomini e 94 mezzi”. Nelle fasi piu’ critiche poi sono stati impiegati anche due elicotteri. Con l’interruzione delle precipitazioni, gli interventi riguardano ora sopralluoghi e verifiche di staticita’ degli edifici.