Alluvione nelle Marche, Coldiretti: “60 mln di euro i danni alle campagne”

MeteoWeb

alluvione marcheE’ di circa 60 milioni di euro la prima stima dei danni causati dall’alluvione nelle campagne marchigiane, secondo un monitoraggio della Coldiretti regionale. Come gia’ in passato, si legge in una nota, il conto piu’ salato e’ quello relativo alle frane che hanno interessato terreni e strade poderali e interpoderali, andando ad aggravare una situazione gia’ resa difficile dalle piogge alluvionali del novembre scorso. Si tratta di centinaia di casi su tutto il territorio regionale. Non mancano ovviamente i problemi causati alle strutture aziendali e alle coltivazioni. I terreni di pianura, dove sono confluiti melma e detriti – si legge sempre nella nota – rischiano di rimanere impraticabili per una ventina di giorni, mentre si sono bloccate le attivita’ di raccolta. Ma e’ oggi impossibile anche effettuare qualsiasi operazione colturale in campo come nelle vigne, per compensare gli effetti delle precipitazioni. In molti casi occorrera’ effettuare di nuovo le semine. Per un bilancio piu’ preciso bisognera’ attendere che la situazione si normalizzi, anche al fine di una migliore valutazione dello stato idrogeologico del territorio, nonche’ dello stato delle coltivazioni allagate. Nelle prossime ore la Regione Marche dovrebbe intanto emanare il decreto che dara’ il via alla ricognizione ufficiale sui danni ad aziende e infrastrutture. “Dinanzi alla quinta calamita’ in quattro anni che colpisce le nostre campagne occorre dare certezze alle imprese sulla disponibilita’ di fondi adeguati – sottolinea il presidente di Coldiretti Marche, Tommaso Di Sante -, ma anche rivedere le politiche di gestione del territorio. Gli effetti delle precipitazioni sempre piu’ violente vengono spesso aggravati dal fenomeno del consumo di suolo, tanto che nel giro di cinquant’anni un terzo dell’intero territorio regionale che una volta era agricolo ha cambiato destinazione d’uso”.