Alluvione a Senigallia: quasi ultimato lo sgombero delle strade

MeteoWeb

senigallia06Si continua a lavorare senza sosta a Senigallia per il ripristino dei luoghi danneggiati dalla drammatica alluvione dello scorso 3 maggio. Quasi completate le operazioni di sgombero delle strade dal materiale ingombrante, anche se le ditte incaricate sono ancora al lavoro. Nel sito di stoccaggio allestito nel parcheggio del casello dell’A14 e’ da ieri al lavoro una speciale macchina trinciatutto che sta trattando le circa 4.000 tonnellate di rifiuti portati in discarica, in modo da ridurne al minimo i volumi. Lo sgombero delle strade ha permesso, gia’ dalla giornata di oggi, l’inizio delle operazioni di pulizia di parte della rete stradale della zona compresa tra via Mercantini e via Podesti, che proseguiranno anche nei prossimi giorni nelle altre zone colpite. Per fornire informazioni utili alla cittadinanza, rimarranno aperti fino a tutta la giornata di sabato 17 maggio i tre gazebo che il Comune ha posizionato nelle zone piu’ colpite: a Borgo Bicchia, a Borgo Molino e nella zona del Portone. Oltre alla semplificazione gia’ prevista per le procedure di abilitazione alla manutenzione ordinaria degli immobili colpiti dall’alluvione, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi incontrera’ nei prossimi giorni gli ordini professionali per richiedere di applicare la massima agevolazione possibile per le prestazioni professionali legate anche agli interventi di manutenzione straordinaria. Per quanto riguarda invece l’esenzione dal pagamento del servizio di refezione scolastica, il Comune precisa che ne hanno diritto coloro che risiedono in una delle zone interessate dall’alluvione o la cui attivita’ ha sede nella stessa zona e che hanno presentato il modulo di dichiarazione danni.