Ambiente: le acque fluviali, lacuali e marine italiane sono di qualità elevata

MeteoWeb

300px-Lago_maggioreL’acqua del mare, dei fiumi e dei laghi in Europa è generalmente di qualità elevata e ben oltre il 95% di queste zone risponde ai requisiti minimi. Le acque di balneazione costiere, inoltre, si attestano leggermente davanti a quelle lacustri o fluviali. A stabilirlo è la relazione annuale sulla qualità delle acque di balneazione dell’Agenzia europea dell’ambiente (Aea) che ha analizzato i dati del 2013 diffusi oggi dalla Commissione europea. Nel dossier, il 96,6% delle acque costiere dell’Italia soddisfa i parametri europei in maniera sufficiente, mentre l’80% circa è eccellente. Secondo il Rapporto dell’Aea, inoltre, a Cipro e nel Lussemburgo tutte le zone di balneazione sono state valutate “eccellenti”, seguite da Malta (eccellente al 99%), Croazia (95%) e Grecia (93%). All’altra estremità della scala, gli Stati membri dell’Unione europea con la più alta percentuale di siti qualificati “scadenti” sono invece Estonia (6%), Paesi Bassi (5%), Belgio (4%), Francia (3%), Spagna (3%) e Irlanda (3%). Nella relazione annuale sulla qualità delle acque di balneazione, l’Agenzia europea dell’ambiente (Aea) valuta 22.000 zone di balneazione nell’Unione europea, in Svizzera e, per la prima volta, in Albania. Oltre alla relazione, l’Aea ha pubblicato una mappa interattiva con l’indicazione della qualità per ciascun sito di balneazione nel 2013. Il Rapporto rileva inoltre che se è vero che oltre il 95% delle zone di balneazione soddisfa i requisiti minimi, solo l’83% ha però raggiunto il più rigoroso livello di ‘qualità eccellente’, mentre il 2% è risultato scarso. La percentuale di siti che soddisfa i requisiti minimi nel 2013, sottolinea il Rapporto dell’Aea, è circa la stessa del 2012. Tuttavia, la percentuale dell'”eccellenza” è aumentata dal 79% nel 2012 all’83% nel 2013. Nelle spiagge costiere la qualità dell’acqua è risultata leggermente migliore, con una percentuale dell’85% di siti classificati eccellenti. Tutte le spiagge costiere in Slovenia e a Cipro sono state classificate eccellenti. La qualità delle acque europee di balneazione interne sembra essere leggermente inferiore alla media. Il Lussemburgo è il solo paese a ottenere l’eccellenza in tutte le acque di balneazione, seguito a ruota dalla Danimarca (94%), mentre la Germania ha raggiunto il livello eccellente nel 92% dei quasi 2.000 siti di balneazione interna.