Nella California devastata dagli incendi infuriano i mostruosi tornado di fuoco [FOTO E VIDEO]

MeteoWeb

Fire Threatens 200 Homes in CaliforniaIl sud della California è in stato d’emergenza a causa di grossi incendi che stanno costringendo migliaia di persone ad abbandonare le proprie case. Ma a rendere più complicata la situazione sono dei veri e propri tornado di fuoco, un fenomeno sorprendente, raro, ma che ha anche dei precedenti. Nel sobborgo di Carlsbad un incendio vasto 100 acri ha generato una serie di tornado di fuoco che solo per pura fortuna non hanno causato delle vittime. Circa 23.000 persone sono state costrette ad evacuare le proprie abitazioni, e oltre 1500 sono gli ettari andati in fumo.  La zona piu’ colpita e’ quella a nord di San Diego: a San Marcos e’ stato evacuato il campus della ‘California State University’ e almeno tre edifici sono stati completamente distrutti dalle fiamme. tornadoLe operazioni dei vigili del fuoco “andranno avanti per giorni”, ha spiegato al ‘Los Angeles Times’ il responsabile dei soccorsi, Michael Davis, sottolineando che ci sono piu’ focolai attivi e che le fiamme sono alimentate dai forti venti caldi e dalle temperature molto elevate di questi giorni, che hanno toccato ai 40 gradi. “E’ incredibile, non abbiamo mai visto qualcosa di simile”, ha raccontato alla Cnn Rich Breeze che ha assistito all’esplosione di una casa a Carlsbad, “nessuno e’ rimasto ferito, l’abitazione era stata evacuata”. “Siamo a maggio, e’ assurdo”, ha commentato il capo della polizia della citta’ di 88mila abitanti, nella contea di San Diego. La meteorologa Jennifer Gray ha spiegato che si tratta di un situazione “senza precedenti”: “Non abbiamo mai visto un clima in California cosi’ secco, questa stagione di incendi potrebbe essere una delle peggiori della storia”.
I PRECEDENTI STORICI – Un drammatico esempio risale al 1923, durante il Grande terremoto del Kanto, in Giappone, che innescò vari incendi, i quali diedero origine a una gigantesca tempesta di fuoco che uccise 38.000 persone in quindici minuti. Un altro esempio sono i vortici di fuoco che si sono sviluppati dopo che un fulmine colpì un deposito di petolio vicino San Louis Obispo, California, il 7 aprile 1926, molti dei quali hanno prodotto significativi danni strutturali, uccidendo due persone. Migliaia di trombe d’aria sono state prodotte nei quattro giorni di incendio.
Santa Ana Winds Stoke Another Wildfire in Southern CaliforniaNASCITA, VITA E MORTE DEI VORTICI DI FUOCO – I tornado di fuoco, a differenza di quelli distruttivi che si formano in seguito alle forti correnti d’aria sotto le supercelle temporalesche, sono molto più piccoli e sono generai dalle brezze locali. Essi non sono tornado indipendenti che risucchiano le fiamme, ma sono causati dal fuoco stesso. Nascono quando i forti venti presenti in prossimità di un incendio generano grandi differenze di temperatura dell’aria anche a brevi distanze, e perchè l’aria calda risulta meno densa dell’aria fredda, che viene quindi aspirata. Si generano quindi diverse correnti in direzioni opposte che provocano la nascita del vortice di fuoco che ruota più velocemente verso l’alto. Nella stragrande maggioranza dei casi il vortice succhia nel suo interno gas ricchi di carbonio, ma solo negli strati superiori, dal momento che questi gas nei pressi della superficie potrebbero non entrare in contatto con l’ossigeno necessario alla combustione. Rispetto ai più comuni tornado, questi si muovono molto lentamente, anzi, a volte sembrano addirittura stazionari. Essi prendono vita soprattutto in prossimità dei fronti in movimento e nelle zone collinari, dove le correnti d’aria perpendicolari sono più probabili. Il loro diametro non supera generalmente i due metri, ma possono anche arrivare a 100 metri d’altezza (eccezionalmente 1 Km) e generare venti a oltre 160 Km/h. Fortunatamente durano soltanto qualche minuto, un’ora al massimo, ma sono estremamente difficili da affrontare e da spegnere. Un tornado di fuoco in un’area impervia potrebbe generare danni incalcolabili.