Clima: il mar Glaciale Artico sempre più vulnerabile alle specie invasive

MeteoWeb

1355387188013_antartidePer la prima volta in circa due milioni di anni, il mar glaciale Artico si sta connettendo con l’oceano Nord Atlantico, a causa della fusione dei ghiacci. E il nuovo passaggio potrebbe rendere le acque e le coste dell’Artico vulnerabili a una grande ondata di specie invasive. Sono questi i risultati di uno studio condotto da Whitman Miller e colleghi dello Smithsonian Environmental Research Center, pubblicato sulla rivista Nature Climate Change. Le due nuove vie che si sono aperte nell’Artico sono il passaggio di nordovest attraverso il Canada e quello del Mare del Nord, lungo circa 3 mila miglia e che segue le coste della Russia e della Norvegia, mettendo in connessione i mari di Barents e di Bering. Ora che i cambiamenti climatici hanno dato alle navi una nuova, piu’ breve, strada tra gli oceani, avvisano gli scienziati, il rischio di nuove invasioni di specie e’ in costante crescita. Il primo viaggio commerciale attraverso il passaggio di nordovest e’ avvenuto a settembre 2013, ad opera di una nave della British Columbia che era carica di carbone destinato alla Finlandia.