Clima: le onde delle tempeste oceaniche influiscono sul ritiro dei ghiacci marini

MeteoWeb

southern-ocean-waves_386_600x450Le grandi onde generate dalle tempeste oceaniche hanno un impatto sulla rottura e sul ritiro di ghiacci marini significativamente piu’ grande rispetto a quanto pensato finora. Lo sostiene uno studio pubblcato sull’ultimo numero della rivista Nature e condotto da un gruppo di scienziati del National Institute of Water and Atmospheric Research di Christchurch, in Nuova Zelanda. Il ghiaccio marino e’ una caratteristica di entrambe le regioni polari e ha un ruolo importante nella regolazione del clima globale. I modelli climatici attuali sono stati in grado di spiegare completamente e di prevedere i cambiamenti a cui va incontro il ghiaccio marino, cioe’ le dinamiche come il ritiro nell’Artico e le variazioni regionali intorno all’Antartide. Nel nuovo studio, Alison Kohout, Mike Williams e colleghi hanno rivelato che l’effetto delle grandi onde oceaniche sul ghiaccio marino e’ stato sottovalutato: gli scienziati hanno mostrato che nell’Oceano Antartico le onde generate dalle tempeste, con altezze superiori a tre metri, erano in grado di rompere il ghiaccio marino che si trovava a centinaia di chilometri dal bordo.