Forte ondata di maltempo in arrivo sulle coste nord-africane: ecco come nascerà il ciclone orografico sottovento all’Atlante

MeteoWeb

6Nei prossimi giorni le coste nord-africane, dal Marocco alla Tunisia e la Libia, saranno interessate dal passaggio di una depressione extratropicale che rischia di apportare precipitazioni anche piuttosto abbondanti, specie lungo le coste algerino e sul versante settentrionale della Catena montuosa dell’Atlante. Le precipitazioni abbondanti, ad inizio settimana,  potrebbero causare allagamenti lampo e locali inondazioni. La genesi di questa depressione è da ricondurre al richiamo di aria calda e molto secca sub-tropicale continentale dai quadranti meridionali, che dall’entroterra desertico algerino si espanderà al bacino centro-occidentale del Mediterraneo, muovendosi lungo il bordo orientale di una saccatura atlantica che nella notte fra domani e lunedì affonderà fino alle coste nord-Africane. Questo flusso meridionale, in sviluppo sul bordo orientale della saccatura atlantica, risalendo verso il Mediterraneo e impattando sulla catena montuosa dell’Atlante Telliano, tenderà ad invorticarsi, favorendo la formazione di una depressione orografica che tenderà a chiudersi nei bassi strati, presentando un minimo barico sottovento all’Atlante che tenderà ad evolvere verso levante. Questa circolazione depressionaria, una volta strutturatasi nella media troposfera, con dei massimi di vorticità positiva isolati dal flusso perturbato principale, tenderà a spostarsi verso levante, coinvolgendo dapprima la Tunisia, ed in seguito pure le coste della Libia, interessando marginalmente la Sicilia,richiamando verso di essa una tesa, a tratti sostenuta, ventilazione da E-SE ed Est, che subirà ulteriori rinforzi sul Canale di Sicilia e basso Ionio, per il temporaneo rafforzamento del “gradiente barico orizzontale” fra l’entroterra desertico algerino e i mari che circondano le nostre isole maggiori.