Fumo: alti livelli di PCB ne aumentano gli effetti nocivi

MeteoWeb

fumoIl Pcb aumenta gli effetti nocivi del fumo: livelli elevati nel sangue di bifenili policlorurati rafforzano, infatti, l’impatto negativo che hanno le sigarette sulla salute. Lo ha scoperto un nuovo studio condotto dall’Universita’ di Uppsala, in Svezia, pubblicato sulla rivista ‘Plos One’. La ricerca ha lavorato su un gruppo di mille 70enni, uomini e donne di Uppsala. I risultati hanno dimostrato che il rischio di morire entro gli 8 anni di follow-up era del quaranta per cento piu’ alto per i fumatori con bassi livelli di Pcb nel sangue rispetto ai non fumatori. Per i fumatori con alti livelli di Pcb nel sangue il rischio era del 640 per cento superiore. Anche tra gli ex fumatori il pericolo di morire era considerevolmente piu’ elevato tra gli individui con tassi elevati di Pcb nel sangue rispetto alle persone con bassi livelli (370 per cento di rischio in piu’ contro venti per cento). Nessuna percentuale elevata di rischio di mortalita’ e’ stata riscontrata tra coloro che non avevano mai fumato. I bifenili policlorurati sono un gruppo di contaminanti ambientali che sono stati vietati quasi 20 anni fa ma, poiche’ si accumulano nella catena alimentare e rimangono nel corpo umano per un periodo molto lungo, si trovano ancora alti livelli nel sangue della maggioranza della popolazione in Svezia e in molti altri paesi industrializzati.