Sulla Luna aree più umide di altre: misurata la distribuzione dell’acqua nel suo interno

MeteoWeb

Luna GalileoLe molecole d’acqua rilevate finora nelle rocce lunari provengono da varie zone della parte interna della Luna, e alcune aree si sono mostrate piu’ umide rispetto alle altre. A rivelarlo un nuovo studio condotto da un gruppo di scienziati dell’Universita’ delle Hawaii di Manoa, Honolulu, e pubblicato su ‘Nature Geoscience’. La Luna e’ stata ritenuta asciutta fino a sei anni fa, quando e’ stata rilevata acqua nei campioni lunari. Katharine Robinson e G. Jeffrey Taylor hanno esaminato le molecole d’acqua intrappolate all’interno di vari campioni lunari recuperati grazie alle missioni Apollo. I ricercatori hanno scoperto che la concentrazione delle molecole d’acqua e la loro chimica variava tra differenti tipi di roccia. Per esempio, la concentrazione di acqua nei vetri di origine vulcanica suggeriva come fonte magmi umidi del mantello terrestre, mentre altre rocce basaltiche sembravano originarsi da parti molto piu’ secche del mantello. Nel loro insieme, le misurazioni suggeriscono che la distribuzione e la composizione chimica dell’acqua all’interno della luna sono variabili, il che potrebbe aiutare a comprendere come il nostro satellite si e’ formato e si e’ evoluto nel tempo.