Maltempo, violenti temporali e grandinate: vigne abbattute e migliaia di campi distrutti da nord a sud

MeteoWeb

grandine04Il maltempo con pioggia battente e grandine ha abbattuto vigneti e distrutto i raccolti dei campi coltivati a mais, soia e grano, prossimo alla maturazione, per migliaia di ettari. E’ quanto emerge dal primo drammatico bilancio della Coldiretti sui danni provocati dall’ondata di maltempo annunciata dalla protezione civile che ha colpito duramente soprattutto il Veneto. “I danni sono ingenti e – sottolinea Coldiretti – si sommano alle tristi cifre di altri eventi atmosferici che si sono abbattuti recentemente anche negli stessi territori. L’andamento anomalo del 2014 conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano proprio con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense e un maggiore rischio grandine”. Molti gli agricoltori che sono ricorsi alle polizze investendo pure in reti antigrandine e protezioni al fine di assicurare il raccolto sempre più in bilico a causa delle variazioni climatiche repentine, ma le avversità in agricoltura sono spesso imprevedibili. Da Portogruaro in provincia di Venezia fino all’Alta Padovana nel Veneto si contano vigneti divelti e campi di soia, mais e grano azzerati. Ai 2.500 ettari di Giussago, Sindacale, Loncon, Concordia e Torre di Mosto comuni nel veneziano se ne aggiungono altrettanti nella fascia che va da Trebaseleghe, Loreggia, Piombino Dese, Camposampiero e Santa Giustina in Colle di Padova dove a farne le spese – conclude la Coldiretti – sono stati i campi coltivati a grano, tra l’altro giunto quasi a maturazione.