Medicina: dall’ormone della crescita un possibile trattamento per cancro e diabete

MeteoWeb

ricerca medica 1Scienziati dell’Universita’ del Queensland, in Australia, hanno scoperto che una proteina che regola la crescita di uomini e animali puo’ essere usata per trattare malattie fra cui il cancro e il diabete. Lo studio guidato da Mike Waters dell’Istituto di Bioscienza Molecolare dell’ateneo, pubblicato sulla rivista Science, e’ partito dalla conoscenza che un gruppo di nani in Ecuador e’ immune a tali malattie, poiche’ le loro cellule mancano di un ricettore necessario all’ormone della crescita per agire. “Le persone senza il ricettore non muoiono di cancro o di diabete… Ora abbiamo compreso come l’ormone della crescita attiva il suo ricettore a livello molecolare. Cosi’ abbiamo un’idea chiara della parte della molecola a cui mirare, per formulare farmaci contro quelle malattie, fermandone la crescita”, scrive Waters, che 27 anni fa lavorando con la compagnia di biotecnologia Genetech ha potuto clonare il ricettore. “Cio’ significa che possiamo controllare il processo di crescita, possiamo fermarlo oppure attivarlo”. Sara’ possibile emulare l’immunita’ al cancro dei nani in Ecuador, affetti della cosiddetta sindrome di Laron. Questo si potra’ ottenere sviluppando un farmaco capace di disattivare il ricettore della crescita o di rimuoverlo del tutto. Il principale vantaggio, spiega Waters, potra’ essere una nuova classe di trattamenti calibrati, con effetti collaterali limitati. Il ricettore dell’ormone della crescita fa parte di un gruppo di proteine conosciute come ricettori di citochine. Uno futuro studio del funzionamento degli altri ricettori di citochine potra’ permettere di sviluppare terapie per altre condizioni, fra cui malattie infiammatorie intestinali, disturbi del sangue, osteoporosi e obesita’. Un sottoprodotto della ricerca, infine, e’ un potenziale miglioramento, libero da ormoni, nella piscicoltura. “Potremo introdurre il ricettore attivo in pesci, aragoste o gamberi”, scrive lo studioso. Se il ricettore e’ lasciato in posizione attiva, pesci e crostacei cresceranno di piu’ e piu’ presto.