Medicina: rilevati oltre 300 tipi di batteri nella placenta

MeteoWeb

GRAVIDANZA - CopiaLa placenta umana, attraverso cui il bambino si nutre nel pancione della mamma, non e’ un luogo incontaminato. Almeno secondo un nuovo studio scientifico che ha identificato un gruppo relativamente piccolo ma fiorente di microbi placentari che potrebbero aiutare a prevedere le donne a rischio nascita pre-termine. Ci sono, infatti, evidenti differenze nella composizione dei microbi placentari tra le donne che partoriscono normalmente e quelle che partoriscono prima del tempo. La scoperta potrebbe favorire lo sviluppo di test diagnostici per prevenire i parti pre-termine, fornendo un inedito aiuto alle ostetriche. I ricercatori del Texas Children’s Hospital hanno esaminato il tessuto placentare raccolto da un gruppo eterogeneo di trecentoventi donne. Dai campioni e’ stato estratto e sequenziato sia il DNA umano sia quello batterico. Piu’ di trecento tipi di batteri sono stati rilevati nel tessuto placentare, il piu’ abbondante e’ risultato il noto Escherichia coli. La popolazione microbica placentare e’ piu’ simile a quella della bocca rispetto e a quella di altre aree del corpo femminile, come l’intestino o la vagina. Lo studio e’ stato pubblicato su Science Translational Medicine.