Paleontologia: nuova tecnica a scansione svelerà i segreti dell’Archeopteryx

MeteoWeb

dinosauriUna nuova tecnica – ispirata alla camera oscura di Leonardo da Vinci – permetterà ai paleontologi di ricostruire in tre dimensioni lo scheletro di Archaeopteryx, celebre per essere considerato il primo antenato degli attuali uccelli, e forse di risolvere un enigma secolare: se questo dinosauro piumato fosse in effetti in grado di volare. Come spiega il sito della Bbc infatti nel mondo sono stati ritrovati solo 12 fossili di Archeopteryx, troppo voluminosi per poter essere sottomessi a una tac che ne sveli nei dettagli la struttura ossea. Il principio della camera oscura – noto peraltro fin dal 400 avanti Cristo – consiste nell’ingrandimento di un’immagine grazie alla luce filtrata attraverso una fessura molto piccola, come illustrato da Leonardo nel suo Codex Atlanticus: la tecnica permetteva di dipingere tele di grandi dimensioni partendo da disegni di minor grandezza. Utilizzando raggi X di grande intensità e di raggio molto piccolo è possibile effettuare un’analoga scansione dei fossili, in grado di rivelare dettagli anatomici fin qui rimasti “invisibili” nella pietra: Archaeopteryx, uno dei fossili più famosi – venne scoperto due anni dopo la pubblicazione dell’Origine delle Specie di Charles Darwin e riconosciuto immediatamente come una forma di transizione tra dinosauri e uccelli – è stato scelto come primo esperimento, ma la tecnica potrebbe essere in futuro utilizzata su altre specie.