Nuovo sciame di meteore dal 24 Maggio: la Terra nel flusso di detriti della cometa 209P/LINEAR

MeteoWeb

cielo stellato 2Il 24 Maggio la Terra si appresta a transitare all’interno di una nube di detriti della cometa periodica 209P/LINEAR. Un passaggio eccitante per astronomi ed astrofili che si apprestano a vivere una nuova pioggia mensile di meteore che andrà ad aggiungersi a quella delle Eta Acquaridi. Secondo gli astronomi esiste la concreta possibilità che i nostri cieli siano solcati da centinaia di “stelle cadenti”, generando uno spettacolo incredibile da cieli lontani dall’inquinamento luminoso. Si tratta di un nuovo sciame che pone, in quanto tale, degli interrogativi. “Gli astronomi non sanno quale possa essere il numero esatto di meteore visibili“, spieg Jane Houston Jones del Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California. Le stime vanno dalle 100 meteore ogni ora fino all’improbabile, ma possibile tempesta di meteore. Qualche scienziato parla addirittura di 1000 meteore per ora. “Lo sciame – secondo Jones – dovrebbe manifestarsi in tutta la sua bellezza nei pressi della stella polare, nella costellazione dell’Orsa Minore“. Quantomeno quello sarà il radiante, ossia il punto nel firmamento dal quale sembrerà che partano le meteore. cielo-stellatoI luoghi sulla Terra meglio posizionati per lo spettacolo celeste, complice la Luna calante, saranno il Canada meridionale e gli Stati Uniti continentali. L’evento potrebbe produrre un outburst di centinaia di meteore da un radiante situato nella costellazione della Giraffa, una decina di gradi sotto la stella Polare. Visti gli orari, se l’aumento sarà breve e acuto, non sarà quindi purtroppo osservabile dal nostro paese, se non nel dominio radio, dato che da noi il crepuscolo mattutino inizierà intorno alle 2h UT. La 209P/LINEAR venne scoperta dal programma LINEAR nel 2004. Al momento della scoperta il 3 febbraio fu ritenuta un asteroide; in seguito Robert Mc Naught, grazie ad immagini riprese il 30 marzo 2004, ha scoperto che in effetti si trattava di una cometa. Essa completa un viaggio intorno al Sole ogni 5 anni circa, ed è un cometa particolarmente fragile. Data l’attuale orbita della cometa, si stima che il flusso di detriti si stato espulso tra il 1803 e il 1924.