Scienza: la metrologia quantistica farà luce sui primi istanti dell’universo

MeteoWeb

universoLa nuova scienza delle misure, la cosiddetta metrologia quantistica, aiutera’ a ricostruire i primi istanti dell’universo: permettera’ infatti di realizzare strumenti di misura ultra precisi con cui verificare le teorie elaborate dai fisici per unificare gravita’ e meccanica quantistica e spiegare cosi’ le dinamiche iniziali dell’universo subito dopo il Big Bang. E’ quanto emerge dal convegno sulla meccanica quantistica in corso a Torino presso l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim). L’universo primordiale e’ costituito da un plasma di particelle che collidono ad altissima energia: ”le loro interazioni sono descritte dalla meccanica quantistica – spiega Marco Genovese, responsabile dei programmi di Ottica quantistica dell’Inrim – e anche la gravita’ classica, figlia della mela di Newton e della relativita’ di Eistein, deve essere rivista in questa nuova cornice”. Nel Novecento sono stati fatti molti tentativi per coniugare gravita’ e meccanica quantistica, ”ma nessuna delle teorie elaborate e’ stata poi verificata sperimentalmente. Mancano gli strumenti adatti – aggiunge Genovese – perche’ anche gli acceleratori piu’ potenti non sono in gradi di raggiungere le energie necessarie”. Qui entra in scena la metrologia quantistica, che ”consente di fare misure ultra precise andando anche al di sotto del rumore minimo di fondo che caratterizza ogni rilevazione”. Grazie a questa nuova scienza sara’ possibile realizzare strumenti sempre piu’ avanzati che permetteranno di verificare le teorie sulla gravita’ quantistica ”andando a misurare i suoi piccolissimi effetti residui”, conclude l’esperto dell’Inrim.