Serbia: una vittima nelle inondazioni causate da violente piogge

MeteoWeb

2014051501934202530Una persona è annegata nei pressi di Belgrado nelle inondazioni causate dalle violente piogge che cadono sulla Serbia e sulla Bosnia da quasi 40 ore, provocando grossi danni.
“Una persona che ha rifiutato di lasciare la sua abitazione, come le era stato chiesto dai soccorritori, è perita, annegata nella notte tra mercoledì e giovedì a Umcari” quartiere a sud-est della capitale serba, ha detto il sindaco Sinisa Mali alla tv pubblica RTS. Oltre 500 persone hanno dovuto essere sgomberate nell’ovest e nel sud-ovest della Serbia, le aree più colpite dalle intemperie. In 18 municipi, tra cui Valjevo, Sabac, Loznica, Cacak, Ljig e Gornji Milanovac, è stato indetto lo stato di emergenza. A Cacak (120 chilometri a sud-ovest di Belgrado) 200 persone aspettano di essere evacuate, mentre le loro case sono state invase dalla piena del fiume. A Belgrado scuole chiuse fino a fine settimana.
Inoltre la circolazione è stata interrotta sulla principale via di collegamento tra Belgrado e il sud-ovest del paese e il Montenegro, a causa di inondazioni e di frane. Interrottaper le stesse ragioni al circolazione ferroviaria verso il Montenegro e Nis, al sud.