Il Sole interrompe il suo letargo: “occhi puntati” sull’arto nord-orientale

MeteoWeb

Credit: NASA
Credit: NASA

Il Sole se n’è stato quieto per diversi giorni. Tuttavia, un aumento considerevole della sua attività potrebbe essere dietro l’angolo. Nella giornata di ieri, 29 Maggio 2014, il  Solar and Heliospheric Observatory della NASA ha ripreso un’espulsione di massa coronale (CME) sull’arto nord-orientale. Un’onda d’urto nel bordo anteriore del CME ha emesso una forte raffica di statica radio in AM. L’analisi di tali segnali indica che la velocità della nube era prossima ai 700 chilometri al secondo o 3,2 milioni di Km/h. Una velocità tipica per le particelle cariche del vento solare. A cogliere il luogo dell’esplosione le sonde gemelle STEREO dell’agenzia spaziale statunitense. Nel corso di 48-96 ore, la rotazione della nostra stella porterà la regione attiva responsabile dell’esplosione sulla linea di vista della Terra. In caso di ulteriori eventi, potrebbe esserne interessato il nostro campo magnetico. Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti.