Virus MERS: altre 7 vittime in Arabia Saudita

MeteoWeb

mersAltri sette pazienti affetti dal coronavirus Mers sono morti in Arabia Saudita, portando a 133 il numero dei decessi dovuti all’epidemia scoppiata nel regno nel settembre del 2012: lo ha reso noto il ministero della Sanità di Riyad. Dall’inizio del mese di maggio, 26 persone sono decedute nel Paese, secondo la stessa fonte.
L’Arabia Saudita è il principale focolaio dell’epidemia, causata da un virus simile – più letale, ma meno contagioso – a quello della Sars, che nel 2003 causò oltre 800 decessi in tutto il mondo.
Il numero totale di infezioni per il coronavirus ha raggiunto ormai quota 496, secondo l’ultimo bilancio dell’Oms. Casi di contagi sono stati scoperti in diversi Paesi vicini, fra cui la Giordania, l’Egitto, il Libano e anche negli Stati Uniti, ma la maggor parte delle persone colpite hanno viaggiato o lavorato in Arabia Saudita di recente.
A Ginevra l’Oms, ha convocato per martedì una riunione del suo comitato d’urgenza sul coronavirus Mers.