Virus MERS: baci ai cammelli, la protesta contro l’allarme contagio [FOTO]

MeteoWeb

1E’ una dichiarazione di affetto per i propri cammelli quella che emerge da una serie di fotografie pubblicate su Facebook e Twitter da utenti sauditi, che mentre si ritraggono abbracciati ai loro animali e li baciano, sfidano l’avvertimento lanciato dal ministero della Salute di Riad che ha messo in guardia dal rischio di trasmissione del virus della Mers. La variante mediorientale della sindrome da insufficienza respiratoria Sars ha infatti colpito particolarmente l’Arabia Saudita, dove dal settembre 2012 si contano 169 morti. Ma i sauditi non accettano di considerare i cammelli come un possibile veicolo di trasmissione dell’infezione, nonostante le autorita’ di Riad abbiamo avvertito dei rischi di bere il loro latte, mangiare la loro carne o entrare in contatto con gli animali senza indossare maschere e guanti. ”Il ministro della Salute dice che hanno il coronavirus”, dice in un video trasmesso sui social network un uomo che, 2mentre si rivolge al ministro Adel Fakih, bacia il suo cammello e gli dice: ”dai, starnutisci, starnutisci”. Come quell’utente, anche altri hanno pubblicato su Internet foto che li ritraggono mentre baciano i loro animali preferiti. ”La carne e il latte di cammello curano le malattie”, scrive poi un utente su Twitter. ”Possa Dio proteggerci dal coronavirus. Ma io non posso aiutarlo, posso solo avere un affetto particolare per questi cammelli…”, scrive un altro saudita ritratto mentre bacia il suo animale. Altri cittadini sauditi accusano poi le autorita’ di stare cercando di distrarre la popolazione dal ”vero colpevole” della diffusione del virus della Mres. ”I cammelli non hanno nulla a che vedere con questa malattia. A essere responsabile è l’industria farmaceutica”, si legge in un commento su Twitter. Lo scorso 13 maggio l’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanita’, ha raccomandato che le persone che soffrono di alcune malattie, come il diabete, problemi cronici ai polmoni o immunodeficienza, dovrebbero evitare qualsiasi contatto con i cammelli.