Allerta Meteo: ecco il pericoloso ciclone Afro/Mediterraneo, attenzione alle prossime 48 ore (anche in Italia…)

/
MeteoWeb

08E’ nato stamattina, in anticipo rispetto alle previsioni, il ciclone Afro/Mediterraneo che nei prossimi giorni sfiorerà il Sud Italia muovendosi da ovest verso est: la tempesta s’è formata, come ampiamente previsto, nel Sud della Spagna, al limite occidentale del Mediterraneo, proprio a ridosso dello Stretto di Gibilterra e da lì sta iniziando il suo viaggio che la porterà entro giovedì 5 giugno addirittura in Turchia, dopo aver attraversato il Sahara tra Algeria e Tunisia, e il Mediterraneo centrale tra Italia, Grecia, Libia ed Egitto arrivando così proprio in Turchia nella seconda metà di questa settimana.

36La tempesta si limiterà a lambire l’estremo Sud dell’Italia, dopotutto tra domani e mercoledì avremo delle piogge sparse tra Sicilia, Calabria e Puglia, mentre il “clou” dei fenomeni estremi si concentrerà su Algeria e Tunisia. Attenzione, però, ai forti venti di grecale che interesseranno il mar Jonio e il Canale di Sicilia: tra domani sera e mercoledì mattina Malta sarà colpita da una vera e propria burrasca con raffiche fino a 80km/h e mare in tempesta. Violente mareggiate fuori stagione colpiranno le coste mediterranee di Libia e Tunisia, con onde alte oltre 8 metri. Il ciclone, poi, continuerà a muoversi verso levante raggiungendo addirittura la Turchia, come possiamo osservare nelle mappe a corredo dell’articolo. Attenzione anche alla sabbia del Sahara che arriverà in gran quantità su tutto il Mediterraneo centro/orientale e tingerà di giallo anche i cieli del Sud Italia. Insomma, sarà un inizio di giugno decisamente turbolento…

Per monitorare la situazione in diretta potete scorrere le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.