Ambiente: a Stromboli la “festa di teatro Eco Logico” senza luci e microfoni

MeteoWeb

energiaA Stromboli, caratteristica Isola dell’arcipelago delle Eolie, entra nel vivo la ‘festa di teatro Eco Logico’ in scena fino al 29 giugno. L’edizione 2014 ha come tema il sole. Oggi, come spiegato dagli organizzatori, è possibile pensare un evento di spettacolo senza luci o senza microfoni? E quali energie si liberano se si rinuncia all’elettricità? Da queste domande è nata l’idea di organizzare una manifestazione culturale che, partendo dal tema della sostenibilità ambientale, rappresentasse anche una precisa presa di posizione artistica e filosofica: riportare al centro dell’azione scenica l’uomo, la sua voce, il suo corpo e la sua capacità di mettersi in relazione senza filtri o effetti artificiali. E come spesso accade ai progetti audaci, intorno all’idea di ‘Teatro Eco Logico’ si sono raccolti artisti, organizzatori, spettatori, ecologisti. Un gruppo di irriducibili sognatori che ha scelto di portare avanti questo progetto riuscendo, non senza difficoltà, a dare vita alla prima edizione di un festival di spettacoli, performance, concerti, workshop ed eventi unici di arte e natura, senza corrente elettrica aggiunta e senza sussidi economici. ‘Vi piacerebbe essere un fiore? Vi sentite persi o sradicati e vorreste riprendere contatto con la terra? Lasciatevi piantare!’ Questo l’invito di Marie Ohrn, attrice e performer svedese che dal pomeriggio odierno sino a martedì 24, e sempre dalle ore 17.30, aspetta il pubblico nel giardino della ‘Libreria Sull’Isola’ per provare l’ebbrezza di essere piantati e sentire le nostre radici. In uno degli appuntamenti più attesi della festa, si può semplicemente guardare o partecipare attivamente alla ‘planting performance’ durante la quale, assicura Marie, “la maggior parte delle persone cresce di qualche centimetro…”. Alle 18, appuntamento speciale in Piazza San Vincenzo con Mario Cusolito, l’ormeggiatore più famoso dell’isola, pescatore, panettiere e pittore indigeno, ci parla del dipinto che ha donato alla Chiesa di San Vincenzo e della leggenda di San Bartolo. Sulla spiaggia di Scari il vulcanologo Giudo Giordano, sempre oggi, svelerà a partire dalle 19 il sorprendente rapporto tra la scienza e le leggende sui vulcani da tutto il mondo nella conferenza-spettacolo ‘storie di vulcani’. Accanto alle spiegazioni scientifiche sono evocate da un’attrice storie dal Costa Rica, Hawaii, Filippine, fiabe che tracciano il rapporto profondo fra l’uomo e la montagna di fuoco e in quanti modi si sia costruito il rispetto e la resilienza agli eventi vulcanici, a queste storie sono ispirate opere originali realizzate da pittori stromboliani. Da non perdere, infine, il concerto di Nada. Nei giorni seguenti, come martedì 24, da sottolineare l’appuntamento delle 21 con Laura Mazzi che accompagnata dal clarinetto di Guido Giordano, leggera’ in 9 luoghi diversi dell’isola ‘Le Onde’ di Virginia Woolf che cadenza lo svolgersi della vita dei suoi 6 personaggi con dei brevi poemi in prosa in cui descrive gli effetti della luce del sole sulla natura e sulle cose a seconda della posizione dell’astro in cielo nell’arco di una giornata, da quando ‘il sole non s’era ancora levato’ a quando ‘il sole era tramontato’. Tra i tantissimi appuntamenti in scena il 27 vi sarà la maratona di letture, con sonorizzazioni musicali e danze e altre sorprese, di brani dal libro di Macrina Marilena Maffei. Una ‘notte delle streghe’ per ricordare tutte quelle cose ‘in cielo e in terra’ che non conosce la nostra filosofia. Sempre la serata di venerdì sarà dedicata anche alla degustazione dei sapori siciliani ed eoliani in particolare. Una delizia per il palato, per le orecchie, per il cuore: agli spettatori verrà offerta una degustazione mentre ascoltano il racconto di quei sapori negli immortali brani della letteratura siciliana. La serata con Rosario Gugliotta, presidente di Slow Food Eolie, sarà a cura di Leonardo Gambardella e la condotta Isole Slow siciliane.