Animali: per evitare gli incroci le scimmie hanno cambiato viso

MeteoWeb

SCIMMIA RHESUS - CopiaScoraggiare gli incroci sessuali tra specie simili cambiando i tratti del volto, anche in maniera impercettibile all’occhio umano. E’ la strategia adattativa sfruttata nel tempo dall’evoluzione naturale dei cercopitechi, gruppo al quale appartengono piu’ di due dozzine di specie di scimmie indigene delle foreste dell’Africa centrale e occidentale. Gli animali hanno variato l’aspetto del proprio volto per essere distinguibili dalle altre specie analoghe, soprattutto da quelle che si sovrappongono geograficamente. La scoperta e’ di un nuovo studio condotto dalla New York University e pubblicato sulla rivista Nature Communications. La ricerca ha analizzato gli aspetti del volto dei cercopitechi, fotografandoli per un periodo di diciotto mesi in diversi contesti; nei giardini zoologici degli Stati Uniti, nel Regno Unito e in un santuario di fauna selvatica in Nigeria. Oltre millequattrocento gli scatti analizzati dalla tecnica Eigenface, utilizzata nel campo del riconoscimento facciale automatico, per distinguere le caratteristiche dei primati. I risultati hanno dimostrato che, come previsto, i modelli facciali delle scimmie si sono evoluti per diventare visivamente piu’ distinguibili e ridurre il rischio di ibridazione tra le specie che condividono gli habitat.