Animali: sequenziato per la prima volta il genoma dell’anguilla elettrica

MeteoWeb

anguillaSequenziato per la prima volta il genoma dell’anguilla elettrica, l’elettroforo (Electrophorus electricus). Lo studio, pubblicato su Science, ha permesso di scoprire come i pesci dotati di organi elettrici si siano evoluti sei volte nel corso della storia della vita per arrivare a produrre elettricita’ al di fuori dei loro corpi. L’indagine condotta dalla Michigan State University mette in luce il modello genetico utilizzato per l’evoluzione di questi complessi organi. “E’ molto emozionante scoprire che strutture complesse come gli organi elettrici, che si sono evoluti in completa autonomia in sei gruppi di pesci, sembrano condividere lo stesso toolkit genetico” ha spiegato Jason Gallant, tra gli autori. “I biologi iniziano a comprendere, utilizzando la genomica, che l’evoluzione produce strutture simili partendo dagli stessi materiali iniziali, anche quando gli organismi non sono strettamente correlati”. Tutte le cellule muscolari e nervose hanno un potenziale elettrico. Una semplice contrazione di un muscolo rilascia una piccola quantita’ di tensione. Ma tra cento e duecento milioni di anni fa, alcuni pesci iniziarono ad amplificare il potenziale, sviluppando elettrociti dalle cellule muscolari, organizzati in sequenze e capaci di generare voltaggi molto piu’ elevati di quelli usati dai muscoli al lavoro. “L’evoluzione ha rimosso la capacita’ delle cellule muscolari di contrarsi e cambiato la distribuzione delle proteine nella membrana cellulare. Adesso tutto cio’ che fanno gli elettrociti e’ spingere ioni attraverso una membrana per creare un flusso massiccio di carica positiva”. L’allineamento in serie degli elettrociti e la polarita’ unica di ogni cellula consente una somma delle tensioni, simile a quella delle batterie accatastate in serie in una torcia elettrica. La corrente aggiuntiva deriva dal fatto che il corpo di un anguilla elettrica contiene milioni di “batterie” che lavorano insieme e sparano le loro scariche elettriche contemporaneamente. Scosse decisamente piu’ potenti della corrente fornita da una presa elettrica domestica standard.