Animali: il WWF lancia l’allarme per il massacro di elefanti in Mozambico

MeteoWeb

elefantiIl Wwf lancia l’allarme per gli elefanti del Mozambico: da un nuovo rapporto e’ emerso come tra il 2011 e il 2013 i bracconieri abbiano ucciso fino a 900 esemplari nella riserva settentrionale di Quirimbas. Attraverso una ricognizione aerea, l’associazione animalista ha sollevato l’allarme per il crollo della popolazione di elefanti nel paese africano: solamente in tre anni, e’ stato dimostrato come siano morti nella riserva tra 480 e 900 esemplari, la maggior parte dei quali probabilmente uccisi dai bracconieri di avorio. Secondo gli amministratori del parco inoltre circa l’80% degli elefanti uccisi sono giovani animali che sono meno prudenti rispetto agli adulti. “L’indagine sul Parco Nazionale di Quirimbas condotta a fine del 2013 ha rilevato che quasi la meta’ degli elefanti avvistati dal cielo erano solo carcasse”, si legge in un comunicato del Wwf che aggiunge pertanto la necessita’ di “una urgente azione internazionale”. L’associazione animalista aggiunge infatti come “il Mozambico sia uno dei principali luoghi del massacro di elefanti, di transito di avorio in Africa e come ‘magazzino’ per il transito e l’esportazione di corno di rinoceronte verso i mercati asiatici: abbiamo bisogno di vedere un’azione urgente e costante contro queste attivita’ illegali”.