Argentina, impressionante piena dei fiumi Iguazù e Paranà: allerta in 4 province [FOTO e VIDEO]

/
MeteoWeb

Bp2smYsCAAALMHoImpressionante piena del rio Iguazù al confine fra Argentina e Brasile. Le famose cascate omonime (las Cataratas), situate al confine fra i due paesi sud americani (e a pochissima distanza dal confine con il Paraguay), sono chiuse al pubblico per l’enorme volume d’acqua, che ha inondato le passarelle che solitamente permettono ai turisti di avvicinarvisi.

L’enorme massa di acqua proveniente dalla zona alta del bacino idrografico dell’Iguazù, importante fiume che nasce in Brasile e che confluisce al confine con l’Argentina nel Paranà, si sta spostando verso sud, nei vasti territori pianeggianti dell’Argentina nord-orientale.

rio_iguazuCi sono quattro province dell’Argentina in allerta per il pericolo di esondazioni del rio Paranà, in particolare quelle di Corrientes, Chaco, Santa Fe e Entre Rios. Ci sono già strade e ponti chiusi per il pericolo che le acque inondino le infrastrutture viarie.

La preoccupazione principale è ora per le città situate lungo il percorso del Paranà (il secondo fiume più lungo del Sud America dopo il Rio delle Amazzoni). In particolare in queste ore è emergenza idrica a Santa Fe. La piena ci metterà parecchi giorni a defluire, anche per la gran quantità di sbarramenti artificiali presenti lungo il percorso, ed è previsto che arriverà soltanto a fine mese alla confluenza con il Rio de la Plata, al confine con l’Uruguay. A questo punto mancheranno circa 290 km per la confluenza nell’Atlantico.

Abbondanti piogge hanno colpito il Brasile nei giorni scorsi, proprio nella regione di Paranà, causando ben 9 morti fra la popolazione. Sono migliaia le persone costrette a lasciare le proprie abitazioni.