Bologna: l’allerta meteo fa rinviare la festa della Protezione Civile

MeteoWeb

pioggiaL’allerta meteo che da domani interessera’ l’Emilia-Romagna ha portato alla sospensione anche di un appuntamento che avrebbe dovuto fare il punto e mostrare come funziona proprio il sistema di intervento in caso di emergenza. Delle numerose iniziative previste all’interno della festa della protezione civile al parco nord di Bologna, e’ rimasto infatti solo il convegno rivolto ai primi cittadini della Regione, tra cui i neo-eletti a cui partecipera’ anche il prefetto, Franco Gabrielli. L’incontro sara’ l’occasione per fare il punto sul sistema di allertamento, pianificazione e gestione delle emergenze, responsabilita’ e strumenti a disposizione degli amministratori per fronteggiare le calamita’ naturali e ruolo del volontariato nel sistema di Protezione civile. “Sulla base delle previsioni meteo – ha detto l’assessore regionale alla Difesa del Suolo, Paola Gazzolo – abbiamo ritenuto opportuno sospendere le tante iniziative organizzate per sabato e domenica, che vedevano in campo l’intero sistema di Protezione civile. E’ importante che, a fronte delle piogge attese, tutte le forze del volontariato siano come sempre impegnate nel presidio costante del territorio”. Il convegno di domani e’ la 68a iniziativa realizzata in Emilia-Romagna nell’ambito della ”Settimana regionale della protezione civile’: sono stati 33 gli eventi di sensibilizzazione e informazione promossi nelle piazze, esposizione di mezzi e allestimento di stand divulgativi; 18 le attivita’ rivolte alla scuola, tra cui varie prove di evacuazione; 5 esercitazioni; 5 convegni di approfondimento sul tema della conoscenza e prevenzione del rischio; 3 presentazioni dei piani di Protezione civile agli studenti; 2 momenti regionali di partecipazione sull’elaborazione del piano di gestione del rischio da alluvioni e una visita guidata a un sito geologico. La ‘Settimana regionale della Protezione civile e della prevenzione dei rischi’, alla sua prima edizione, e’ stata istituita da una risoluzione dell’Assemblea legislativa – approvata il 27 febbraio 2013 – che impegna la Giunta regionale a realizzare la manifestazione. L’iniziativa si svolgera’ ogni anno simbolicamente nello stesso periodo tra maggio e giugno, per ricordare la ricorrenza del terremoto del 2012.