Clima: pinguini rinvigoriti dal riscaldamento climatico di 11.000 anni fa. Ma oggi è diverso….

MeteoWeb

PINGUINI DI ADELIAI pinguini hanno gia’ sperimentato il riscaldamento del clima 11.000 anni fa, alla fine dell’ultima era glaciale, e ne sono usciti ‘rinvigoriti’, a differenza di quanto sta accadendo oggi. Le tracce di questo passato sono state scoperte nel Dna di tre specie (il pinguino di Adelia, il Papua e il pigoscelide antartico) analizzato dai ricercatori statunitensi del Woods Hole Oceanographic Institution (Whoi) in collaborazione con le universita’ di Oxford e Southampton. Il materiale genetico estratto dalle piume e dai campioni di sangue di oltre 500 esemplari ha permesso di ricostruire gli ultimi 30.000 anni di storia dei pinguini che vivono sulla penisola antartica.

Pinguini coppiaI risultati, pubblicati su Scientific Reports, svelano dinamiche di popolazione del tutto inaspettate. ”Di solito pensiamo che i pinguini dipendano dal ghiaccio – afferma la coordinatrice dello studio Gemma Clucas, dell’universita’ di Southampton – ma questa ricerca dimostra che durante l’ultima era glaciale c’era probabilmente troppo ghiaccio in Antartide per consentire la sopravvivenza di grandi popolazioni”. I pinguini hanno infatti bisogno di terra libera da ghiaccio per fare il nido, crescere i cuccioli e accedere all’oceano in cerca di cibo. Quando i ghiacci e la neve si sono sciolti alla fine dell’era glaciale, le colonie di pinguini hanno iniziato ad aumentare di numero. Tutt’altra storia e’ quella che si sta verificando ai giorni nostri. Lo scioglimento dei ghiacci avvenuto negli ultimi 50 anni, infatti, ha determinato una drastica riduzione del krill di cui si nutrono i pinguini: cosi’ le popolazioni di pigoscelide antartico e di pinguino di Adelia si stanno riducendo a ritmi vertiginosi. L’unico a resistere tenacemente e’ il pinguino Papua, che si nutre seguendo una dieta molto piu’ ricca e variegata rispetto ai suoi simili.