Colera: vera e propria epidemia in Sud Sudan, oltre 1.000 casi

MeteoWeb

coleraDopo che il Ministero della Salute del Paese ha confermato ufficialmente l`epidemia nella capitale Juba, il 15 maggio, Medici Senza Frontiere (MSF) ha risposto immediatamente, supportando con donazioni di medicinali e materiali medicali le strutture sanitarie del Ministero della Salute. Secondi gli ultimi dati ufficiali del Ministero della Salute/Organizzazione Mondiale della Sanità, l`epidemia ha raggiunto 1.078 casi e 27 decessi nell`area della capitale Juba (di cui il 31% nell`area di Munuki). Oggi MSF gestisce tre centri per il trattamento del colera (CTC) – uno di 50-100 posti letto allestito nel distretto di Gudele, altri due nei campi sfollati Juba3 e Tomping – e due punti per la reidratazione orale (ORS). Ma dato l’aumento dei casi in aree non coperte da centri per il trattamento del colera, MSF ha in programma di aprirne altri due entro la prossima settimana, e di installare altri tre punti per la reidratazione orale (ORS) a Juba nei prossimi 10 giorni. In totale MSF ha trattato 205 pazienti a Juba, in gran parte nel centro di Gudele (148 pazienti da sabato 24 maggio a lunedì 2 giugno), gli altri nei centri creati nei campi sfollati della zona, dove MSF fornisce assistenza da dicembre, e nei punti per la reidratazione orale aperti da MSF nelle aree di Gumbo e Munuki. Nessun decesso è stato registrato nelle strutture di MSF. MSF continua inoltre a supportare il Juba Teaching Hospital, con la presenza di un esperto di acqua e servizi igienico-sanitari, per aumentare il controllo dell`epidemia, e medici esperti di colera. L`organizzazione ha inoltre organizzato distribuzioni di acqua potabile, campagne di sensibilizzazione e campagne di vaccinazione contro il colera nei campi sfollati. Il rischio della diffusione dell`epidemia in altri stati vicini al Sud Sudan rimane. Nei luoghi dove le équipe di MSF hanno già dei progetti (MSF lavora in 9 dei 10 stati del Sud Sudan), sono state predisposte unità di isolamento, unità per il trattamento del colera e centri per il trattamento del colera, per essere pronti a rispondere all`emergenza. “Dopo cinque mesi di intenso conflitto, a causa delle drammatiche condizioni di molti campi sfollati e di una stagione delle piogge con precipitazioni sempre più intense, siamo preoccupati dell`impatto che avrà la malattia” ha detto Brian P. Moller, Capo missione per MSF in Sud Sudan. “Il colera può essere curato in maniera semplice ed efficace se preso in tempo. La priorità di MSF è quella di assicurare una risposta rapida ed efficiente per contenere l`epidemia quanto possibile, sia attraverso il trattamento dei pazienti sia prevenendo la diffusione della malattia.” Il colera è un`infezione intestinale acuta causata da un batterio – Vibrio cholerae – che sopravvive a lungo in ambienti malsani. La diarrea e il vomito causati dall`infezione inducono velocemente disidratazione severa e possono portare alla morte. Il colera può essere trattato in modo semplice ed efficace se preso in tempo. Il trattamento consiste nel reintegrare i liquidi e gli elettroliti perduti e reidratando il paziente con soluzioni orali o, nei casi più gravi, intravenose.