Etna, continua l’attività stromboliana nel nuovo cratere di sud/est ma è debolissima e discontinua

MeteoWeb

etnaDurante il mese di maggio e nei primi giorni di giugno 2014, è continuata in maniera discontinua la debolissima attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna riportata nell’aggiornamento del 9 maggio 2014. Dall’8 giugno – spiegano gli esperti dell’INGV di Catania – tale attività mostra una leggera intensificazione, con esplosioni stromboliane separate da intervalli di pochi minuti, che a volte producono piccoli sbuffi di cenere che vengono rapidamente dispersi dal vento. Nella notte del 9-10 giugno, molte esplosioni hanno lanciato materiale piroclastico incandescente sugli alti fianchi del cono del Nuovo Cratere di Sud-Est. Durante un sopralluogo effettuato da personale INGV-OE in area sommitale nella mattinata del 10 giugno, l’attività stava continuando con esplosioni ad intervalli di 2-5 minuti, spesso seguite dalla ricaduta di materiale piroclastico sui fianchi del cono del Nuovo Cratere di Sud-Est, prevalentemente sul fianco sud-orientale.

L’ampiezza del tremore vulcanico non mostra variazioni significative.