Maltempo, casa devastata a Portici: “così ho visto sventrata la camera dei bimbi”

MeteoWeb

cremano03“Tutto e’ accaduto in pochi attimi. Ero in casa con mia figlia e ad un tratto siamo cadute a terra. Uno spavento indicibile”. La sua casa e’ stata sventrata dal maltempo: la parete esterna dell’appartamento e’ crollata, lasciando la stanza dei suoi figlioletti aperta, come una scatola. Giovanna Francier, residente insieme al marito e a tre figli al secondo piano del Parco Quadrifoglio in traversa Longobardi a Portici (Napoli), racconta quegli attimi di panico. ”Una pietra ha colpito mia figlia per fortuna senza conseguenze. Ci sono state inizialmente delle infiltrazioni d’acqua piovana. Ho provato ad abbassare le tapparelle della stanzetta ma non ci sono riuscita. Quindi ho posto il letto dei bimbi davanti agli infissi della finestra della cameretta, per evitare che l’acqua piovana entrasse. Solo in un secondo momento mi sono accorta che la parete esterna aveva ceduto. E’ stato tremendo”. Dall’esterno la scena e’ impressionante: e’ ancora visibile il letto dei bimbi posto a riparo dalla furia dell’acqua. La casa ”aperta” ed esposta alle intemperie richiama le immagini dei terremoti o degli appartamenti distrutti da esplosioni di gas. La casa e’ ovviamente inagibile. Dalla polizia municipale si apprende che anche un altro appartamento in via Lagno ha subito una sorte analoga con il crollo di una parete esterna, fortunatamente senza conseguenze per le persone. Sempre a Portici, un uomo che transitava in via Universita’ e’ stato colpito da alcuni calcinacci: se la cavera’ con una prognosi di 5 giorni. Al momento interventi per eliminare alberi caduti e ripristinare la corrente elettrica sono in corso in tutta la citta’. Sul posto anche il sindaco Nicola Marrone.