Medicina: sviluppato test salvavita rapido per i morsi dei serpenti

MeteoWeb

veleno serpenteRicercatori australiani hanno sviluppato un esame del sangue che puo’ abbreviare radicalmente i tempi di trattamento per le vittime di morsi di serpente. Il test, creato da scienziati guidati dal tossicologo Kalana Maduwage dell’Universita’ di Newcastle, determina se la persona ha veleno nell’organismo, permettendo ai medici di somministrare un antiveleno appropriato molto piu’ tempestivamente e di prevenire cosi’ danni irreversibili al sistema nervoso. Le linee guida mediche raccomandano che l’antiveleno sia somministrato solo se la persona ha sintomi o se l’esame del sangue e’ positivo. I sintomi tuttavia possono comparire fino a otto ore dopo il morso, mentre gli esami del sangue correnti impiegano circa 12 ore. Maduwage, che ha presentato la ricerca al congresso della Societa’ Australiana di ricerca Medica in Sydney, prevede che entro un anno sara’ disponibile un test che dia i risultati entro un’ora dal morso. La diagnosi e’ di importanza critica per decidere quale antiveleno usare, ha spiegato lo scienziato. Nel veleno di serpenti sono comunemente presenti enzimi ‘Fosfolipase A2′ e la loro attivita’ nel sangue umano dopo un morso puo’ essere indicativa di avvelenamento, ha aggiunto. Finora il test puo’ individuare il veleno di tutti i serpenti velenosi in Australia e Nuova Zelanda, ma nella prossima fase del progetto sara’ possibile estenderlo a tutti i serpenti del mondo.