Messico, torna ad eruttare il vulcano Popocatépetl: colonna di cenere di 2,5 chilometri sopra il cratere

MeteoWeb

popocatepetlIl vulcano Popocatépetl, in Messico, è entrato in una nuova fase eruttiva. Secondo quanto comunicato dal Centro Nazionale per la Prevenzione dei Disastri messicano ha emesso una colonna di ceneri alta 2,5 km, a seguito di una esplosione di moderata intensità. Il Centro per la Prevenzione dei Disastri ha avvisato la popolazione locale (ci troviamo nella regione di Puebla, Messico centro-orientale) della possibile caduta di cenere nelle prossime ore. Nel frattempo l’allerta vulcanica resta a livello 2, media gravità.

l vulcano Popocatépetl, alto 5452 metri, è il secondo più alto del Messico. La sua altezza è tale che nelle aree sommitali sono presenti nevai perenni. Prima degli anni 2000 erano presenti veri e propri ghiacciai, poi ridimensionatisi fortemente per la crescente attività vulcanica fino a perdere le caratteristiche di ghiacciaio. L’attività eruttiva del Popocatépetl va avanti da secoli, ed è il nome stesso del vulcano ad indicare un’attività che viene da molto lontano: il nome venne infatti dato al vulcano dalle civiltà precolombiane presenti in Messico prima della colonizzazione spagnola, in particolar modo dagli Aztechi. Nell’antica lingua azteca il nome significa “montagna che fuma”. Prima del 1994 il vulcano ha vissuto una fase di quiescenza lunga circa 50 anni.