Meteo Mondiale: la situazione a Natal, la città dove si disputerà il Match decisivo fra Italia-Uruguay

MeteoWeb
L'enorme smottamento che si è aperto in una favelas di Natal, dopo giorni di piogge incessanti
L’enorme smottamento che si è aperto in una favelas di Natal, dopo giorni di piogge incessanti

Siamo ormai giunti alla vigilia della partita decisiva con l’Uruguay, che si giocherà domani a Natal, la capitale dello stato brasiliano del Pernambuco. Purtroppo, malgrado le rassicurazioni delle autorità brasiliane, cresce l’ansia in merito alle condizioni ambientali che la nostra nazionalità si troverà di fronte. Più che altro l’enorme frana che si è aperta in una favelas, non lontano dallo stadio, mette un po’ di preoccupazione. La capitale del Pernambuco nei giorni scorsi è stata investita da una serie di forti rovesci di pioggia, che hanno creato allagamenti e diversi smottamenti nelle aree collinari. Negli ultimi giorni, grazie anche al rinforzo dell’Aliseo di SE e alla risalita dell’ITCZ verso la Guyana e il Suriname, le condizioni meteorologiche sono notevolmente migliorate, per l’arrivo in quota di aria più secca, proveniente dall’Atlantico tropicale meridionale (nell’area di azione dell’anticiclone di Sant’Elena), che hanno in parte inibito i moti convettivi lungo la fascia costiera del Pernambuco. Questa pause delle precipitazioni dovrebbe protrarsi almeno fino alla giornata di domani, giorno del match fra Italia e Uruguay.

natal02Le possibilità di vedere rovesci di pioggia, o persino dei temporali, rimangono al momento molto basse, anche se su Natal i cieli spazieranno dal parzialmente nuvoloso al nuvoloso. La nota positiva riguarda la presenza di una ventilazione da S-SE e SE moderata, legata al ramo principale dell’Aliseo di SE che dall’Atlantico meridionale si spinge dritto fino alle coste del Pernambuco, che contribuirà ad ammorbidire la calura, rendendo il clima un po’ più accettabile per i nostri giocatori. Di certo le condizioni ambientali saranno decisamente migliori di quelle riscontrate a Manaus o a Recife, nella pessima gara con il Costa Rica.