Salute: a giugno attenzione alle graminacee, causano il 70% delle allergie

MeteoWeb

RINITE ALLERGICA 2I primi caldi di giugno sono il periodo “preferito” dai pollini di graminacee, quelli responsabili del 70 per cento delle allergie degli italiani. Lo ricordano gli esperti della Societa’ Italiana Allergologia Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC), che sottolineano come solo l’immunoterapia puo’ porre un freno definitivo ai problemi. La famiglia delle Graminacee, ricordano gli esperti, e’ presente dovunque in Italia e conta circa 9.500 specie diverse, tra le quali riso, frumento e mais. La soluzione da promuovere, discussa durante l’ultima European Academy of Allergy and Clinical Immunology di Copenhagen, si chiama “Immunoterapia Specifica”, piu’ comunemente ed impropriamente chiamata vaccino. Si tratta in pratica dell’unico trattamento in grado di portare alla remissione o alla guarigione della allergia. L’OMS lo riconosce da oltre 10 anni e ne suggerisce la diffusione e la utilizzo. “L’Immunoterapia Specifica consiste nella ripetuta somministrazione di estratti allergenici ad individui sensibilizzati con lo scopo di ridurne la risposta immunologica e clinica”, ha spiegato Giorgio Walter Canonica, presidente della societa’. “La decisione di sottoporre un paziente a questo tipo di terapia deve essere preceduta da una attenta valutazione, sia della condizione clinica, sia del ruolo degli agenti allergologici scatenanti”, ha concluso.