Salute: sbagliato eliminare pasta e pane dalla dieta

MeteoWeb

Pasta with tomato sauce basil and grated parmesan“Alcune ricerche scientifiche, come lo studio condotto presso la Tufts University di Boston, hanno dimostrato che l’eliminazione dalla propria dieta di pasta, pane e carboidrati, puo’ costituire un serio rischio per la memoria e la capacita’ di concentrazione”. Lo afferma Aidepi, l’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane. “La pasta, inoltre, e’ un importante agente antistress, perche’ favorisce il rilascio della serotonina – aggiunge Aidepi – Agli individui soggetti a un particolare stress, come puo’ essere un esame, il livello degli zuccheri nel sangue si alza e si abbassa rapidamente, in modo irregolare. Gli zuccheri assunti, invece, sotto forma di carboidrati complessi, come quelli che si trovano appunto nella pasta, rilasciano gli zuccheri in modo lento, aiutando a ritrovare il giusto equilibrio”. “Il cervello e’ la nostra centrale operativa, invia, riceve e interpreta i messaggi. Per fare tutto cio’, consuma ben il 20% delle calorie ingerite ogni giorno e ha bisogno di un apporto regolare di zuccheri attraverso il sangue – aggiunge il nutrizionista Pietro Antonio Migliaccio – Per farlo funzionare al meglio, e’ quindi utile non farsi mancare i carboidrati a lento rilascio di zuccheri, contenuti soprattutto in pasta, patate, pane e cereali”.