Spazio: l’Asi festeggia i 10 anni di esplorazione della sonda Cassini

MeteoWeb

Sono trascorsi dieci anni da quando la sonda Cassini e’ partita dalla Terra per sorvolare gli anelli di ghiaccio di Saturno, e poi atterrare sulla sua superficie: grazie a questa missione, che e’ un progetto congiunto di Nasa, Esa e Asi, sono oggi disponibili centinaia di gigabyte di dati scientifici e piu’ di 3.000 report. Cassini, con a bordo la sonda ESA Huygens, e’ giunta nel sistema di Saturno per una missione che prevedeva una durata iniziale di 4 anni. I numerosissimi successi e la sua “eterna giovinezza” hanno determinato l’estensione della missione da parte della Nasa nel 2008: nel corso di questi dieci anni, il pianeta ha completato un terzo dei quasi trent’anni di viaggio intorno al Sole e gli scienziati hanno avuto la possibilita’ di osservare una varieta’ di cambiamenti stagionali. L’Agenzia spaziale italiana (Asi) e’ uno dei partner della missione Cassini: in base a un accordo di collaborazione con la Nasa, ha sviluppato l’antenna ad alto guadagno con incorporata un’antenna a basso guadagno (che assicurano le telecomunicazioni con la Terra per l’intera durata della missione ed e’ anche l’antenna del radar), il canale visibile dello spettrometro VIMS, il sottosistema di radioscienza (RSIS) e il Radar che utilizza anch’esso l’antenna ad alto guadagno. L’Asi ha inoltre sviluppato, per la sonda Huygens, lo strumento Hasi che ha misurato le proprieta’ fisiche dell’atmosfera e della superficie di Titano. “Dopo 10 anni Cassini e’ piu’ vivo che mai e continua a darci nuovi dati e sorprese osservando il cambio delle stagioni intorno a Saturno”, ha dichiarato Enrico Flamini, Chief Scientist dell’Agenzia Spaziale Italiana.