Stamina, Vannoni attacca Telethon e la rete insorge

MeteoWeb

Stamina: ok metodo per Noemi; il papà, è bellissimoNel giorno in cui a Brescia e’ stata praticata un’infusione secondo il metodo Stamina a Federico Mezzina, un bimbo marchigiano di tre anni affetto dal morbo di Krabbe, il presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni, sui social network attacca la fondazione Telethon, definendo una delle sue ricerche una truffa scientifica, e la rete insorge. “Quanto rode a questi poveracci iscritti a Telethon, a famiglie Sma e fan della Cattaneo che Federico stia bene?#mentecatti” scrive Vannoni in un primo commento a caldo su Twitter dopo l’infusione praticata a Federico. “Lei e’ una persona di bassissima statura morale e questo commento lo dimostra” gli replica un utente, e a lui si associano altri. Il presidente di Stamina, pero’, prosegue nel suo attacco alla Fondazione che si occupa principalmente della ricerca sulle malattie rare e a un utente che gli scrive “la ricerca vera da risultati straordinari, ti rode non essere cosi’ bravo” , riferendosi alla notizia di un traguardo raggiunto qualche mese fa da Telethon (guariti sei bambini da malattie genetiche finora non curabili, tra le quali la leucodistrofia metacromatica e la sindrome Wiskott-Aldrich, usando il virus dell’Hiv ripulito degli elementi pericolosi) risponde “Fa bene a citare questa ricerca. E’ una truffa scientifica e ne abbiamo le prove”. Alla fine, dopo le richieste di fornire le prove della presunta truffa da parte di alcuni utenti, arriva la replica di Telethon: ” I nostri risultati sono validati da riviste scientifiche, e’ del giudizio degli scienziati che teniamo conto”.