Tecnologia: sviluppata “pelle sensibile” che rileva crepe nei ponti e nelle strutture

MeteoWeb

ponteUn gruppo di scienziati della North Carolina State University e della University of Eastern Finland ha sviluppato una “pelle sensibile”, una nuova tecnologia progettata per essere usata come un sistema di preallarme per le strutture in calcestruzzo, in modo da permettere alle autorita’ di rispondere rapidamente ai danni di diversi tipi di struttura, dagli impianti nucleari ai ponti. Questa “pelle sensibile” individua le crepe nel cemento e riporta subito dove e quando il danno ha avuto luogo. “La pelle sensibile potrebbe essere utilizzata per una vasta gamma di strutture, ma principalmente abbiamo pensato a contribuire a garantire l’integrita’ delle infrastrutture critiche, come ad esempio gli impianti di stoccaggio delle scorie nucleari” ha spiegato Mohammad Pour-Ghaz, fra gli autori dello studio. La pelle consiste in uno strato elettricamente conducente di vernice che puo’ essere applicato a strutture nuove o gia’ esistenti. Lungo il perimetro della struttura si sistemano elettrodi, e la pelle sensibile viene poi verniciata sulla struttura, sopra gli elettrodi. Un apposito programma libera una piccola corrente tra due elettrodi ciclicamente, secondo una serie di possibili combinazioni. Ogni volta che la corrente scorre tra due elettrodi, il calcolatore controlla e registra il potenziale elettrico di tutti gli elettrodi sulla struttura: se la conduttivita’ della pelle diminuisce, la struttura risulta rotta o danneggiata.