Trentino: tenta la scalata della cima ma precipita, morto

MeteoWeb

valanga01Un alpinista bergamasco e’ morto dopo essere precipitato mentre stava compiendo una scalata sulla Cima della Busazza, montagna del gruppo della Presanella nelle Alpi Retiche meridionali in Trentino. Sul posto e’ intervento l’elicottero del 118 e il soccorso alpino, ma per lo sfortunato alpinista non c’e’ stato nulla da fare. Il soccorso alpino del Trentino e’ intervenuto oggi poco dopo mezzogiorno su Cima della Busazza (3.233 metri) nel gruppo della Presanella, per l’incidente mortale di un alpinista della provincia di Bergamo 62enne. L’uomo stava salendo slegato, insieme ad altri due compagni, lungo il canale innevato che si ricongiunge, nella parte finale, alla parete Nord della montagna, quando, improvvisamente, a circa quattro metri dalla cima, si e’ attaccato a una sporgenza della roccia che, cedendo, lo ha sbilanciato all’indietro, facendolo precipitare per circa 400 metri. Gli amici hanno dato subito l’allarme, telefonando al 118 alla centrale operativa di Trentino emergenza. L’area operativa della Val di Non Sole del Soccorso alpino, di concerto con la Centrale operativa di Trentino emergenza ha inviato sul posto l’elicottero, con a bordo il personale medico e il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino e una squadra di tecnici della Stazione di Vermiglio. Giunti sul posto, i soccorritori, si sono calati con verricello dall’elicottero, ma purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell’alpinista. Il corpo e’ stata trasferito nella camera mortuaria del cimitero di Vermiglio.