Tumori: una terapia combinata contro il linfoma follicolare

MeteoWeb

nastro tumoreUn nuovo studio pubblicato sul Journal of Experimental Medicine rivela che le pazienti con linfoma follicolare potrebbero trarre beneficio da una inedita combinazione di farmaci. Il linfoma diffuso a grandi cellule B e’ una forma incurabile di linfoma non-Hodgkin diagnosticata ogni anno in centoventimila donne nel mondo. La patologia e’ caratterizzata da una lenta ma inesorabile crescita del tumore con inevitabili ricadute nonostante l’intensa chemioterapia. Il linfoma follicolare e’ caratterizzato da mutazioni che attivano la proteina BCL2 che previene la morte delle cellule cancerogene. La ricerca, condotta daA Hans-Guido Wendel del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York, ha identificato un pattern di mutazioni genetiche implicate nei geni che esprimono le CDK -A chinasi ciclina dipendente, che compromettono il percorso del soppressore tumorale Rb – retinoblastoma quasi nel cinquanta per cento dei linfomi follicolari. Dagli esperimenti e’ emerso che combinando terapie inibitorie della BCL2 e della CDK4 – la cui attivita’ aumenta in presenza di tumori – e’ possibile ottenere un trattamento efficace contro il linfoma follicolare.