Ambiente: laghi e torrenti del Piemonte in ottimo stato di salute

MeteoWeb

lago tovelGodono di buona salute laghi e torrenti del Piemonte per i quali i sindaci hanno chiesto la balneabilita’. Le analisi dell’Arpa, che riguardano sette laghi e due torrenti, hanno confermato per il 2013 i dati gia’ molto positivi dell’anno precedente: l’86% delle acque (77 su 93 zone controllate) ha ottenuto un punteggio di qualita’ eccellente dalle stazioni di controllo, mentre nessuna e’ risultata insufficiente. I controlli effettuati sono stati 909 da maggio a settembre 2013. I controlli hanno riguardato soltanto i corsi e gli specchi d’acqua per cui i sindaci lo hanno richiesto: i laghi Maggiore, d’Orta, Mergozzo, di Viverone, Grande di Avigliana, Sirio, di Candia e i torrenti Cannobino e San Bernardino. Per gli altri corsi d’acqua la balneazione non e’ consentita. “Le acque di balneazione piemontesi – ha detto Angelo Robotto, direttore generale dell’Arpa Piemonte – rispondono in anticipo all’obiettivo della Comunita’ Europea in base al quale entro la fine della stagione balneare 2015 tutte le acque di balneazione devono essere almeno sufficienti. Traguardo raggiunto anche per merito di Arpa che mette in atto un sistema di controlli su tutti i soggetti antropici che possono o potrebbero compromettere la balneabilita’ delle acque”. Secondo l’assessore all’ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia, “il fatto che i 7 laghi e i 2 torrenti classificati come balneabili abbiano raggiunto un punteggio nella maggior parte eccellente o comunque buono e nessuno di questi sia stato giudicato scarso e’ naturalmente per noi motivo di soddisfazione. Anche i corsi d’acqua sono territori che hanno molto da offrire e che vanno rilanciati, ovviamente sempre nel rispetto della natura e dell’equilibrio del loro ecosistema”.