Concordia: progressi costanti, inizia l’ultima fase prima della partenza

MeteoWeb

concordia01Ci sono dei “progressi costanti”: abbiamo il “totale controllo del mezzo” e dunque “siamo tranquilli e fiduciosi”. Dopo le difficolta’ e i ritardi dei giorni scorsi, i tecnici responsabili del rigalleggiamento della Concordia ribadiscono che le operazioni stanno procedendo come auspicato e nelle prossime ore iniziera’ l’ultima fase prima della partenza, vale a dire la riemersione della nave vera e propria. “Ci resta da collegare una sola catena – ha spiegato l’ingegner Franco Porcellacchia – e tre cavi. Nel momento in cui avremmo finito con l’ultimo cassone di poppa, che e’ gia’ immerso, ci restera’ solo un cassone a prua”. Al momento, e’ stato spiegato, la Concordia e’ riemersa di 4,15 metri e dunque a breve sara’ interamente fuori dall’acqua anche il ponte 5. Una volta finito di collegare tutti i cassoni, molto probabilmente entro la mattina di domani, si comincera’ a pompare aria all’interno per far emergere i ponti 4 e 3 e far risalire la nave di altri 10-11 metri. Quanto alla partenza dal Giglio, non ci sono novita’ sostanziali rispetto a ieri. “Le cose non sono cambiate – ha detto Porcellacchia – lunedi’ sembra che le condizioni meteo non siano delle migliori e dunque e’ ipotizzabile la partenza martedi’. Per quanto ci riguarda, noi puntiamo comunque ad essere pronti gia’ per lunedi'”.